La ricarica di un contapassi

L’autonomia ed il ciclo di vita di un contapassi dipendono fondamentalmente dal tipo di batteria. Le batterie dei contapassi di solito sono del tipo agli ioni di litio, le classiche batterie di cui sono dotati tutti i vari prodotti di elettronica di consumo che siano anche ricaricabili. Ma in base a come e quando viene costruita la batteria stessa, verranno determinate alcune caratteristiche importanti, come il numero di cicli di carico e scarico necessari perché la batteria cominci ad esaurirsi. Solitamente, questo dato corrisponde ad un numero che va dalle 300 alle 500 ricariche complete, il che rende la vita di un contapassi molto lunga, in quanto non è necessario ricaricarlo giornalmente anche se lo si indossa ed utilizza per diverse ore. Superato questo dato numero di cicli di carico e scarico, sarà semplicemente necessario ricaricare più spesso il proprio dispositivo, a parità di utilizzo, poiché la carica tenderà a durare sempre meno, fino a quando non diventerà necessario sostituire la batteria, o l’intero contapassi. Tutto ciò dovrebbe garantire al vostro contapassi diversi anni di vita, con un utilizzo di tipo medio.